I sogni: Freud VS YUNG

Freud vs yung

Una storia davvero molto lunga e anche abbastanza datata, si tratta del rapporto tra due grandi studiosi della mente umana, che hanno operato nello stesso periodo, creando un divario tra le correnti di pensiero, che riguardano il modo di operare del nostro cervello. Freud famoso per lo studio sull’ipnosi regressiva, insieme al suo collaboratore Otto riuscì a provare l’effettiva potenzialità di guarigione devi questa pratica, e il tutto cominciò con un caso molto famoso, che diede vita alla Psicoanalisi, si tratta del famoso caso di Anna O. Una ragazzine che dopo aver perso la madre entrò in una depressione profonda, che la porto a indebolirsi perché non mangiava e successivamente smise anche di bere. Grazie a questa pratica, Freud scoprì che la ragazzina era stata condizionata dalla presenza della governante, e con la paura che questa potesse prendere il posto della madre, aveva causato nel suo cervello una serie di problematiche, che andarono poi a culminare con lo smettere di bere liquidi.

La ragazzina stava morendo, si stava lasciando andare molto velocemente e per questa ragione l’ipnosi regressiva rappresentava un unico tentavo per capire come mai è da quanto tempo Anna era caduta nel vortice della depressione. Gli psicoanalisti capirono il motivo è la ragazza finalmente riuscendo a guarire, ritornando a mangiare e a bere, si tratta del primo tentativo che ha reso poi questa pratica, molto utile nel capire certi problemi, nella psicoanalisi. Discorso diverso con Jung, il quale è sicuro che molte problematiche derivano dalla nostra infanzia, e nel caso della filosofia e della pratica di Jung, parliamo di simboli e mandala, quindi una psicoanalisi più filosofica, che mira alla comprensione della parti nascoste del nostro cervello.

In comune, i due avevano la grande passione dei sogni, ma hanno creato metodi diversi per la loro interpretazione; partiamo con il dire che per Freud le forze che spingono gli umani sono sesso e aggressione, opposto a quanto asserisce Jung, che non ha mai visto così tanta malizia nell’uomo. Ma la storia più interessante riguarda la premonizione dei sogni, perché per molto tempo i due non si sono più parlati.

La storia della premonizione

Durante un dibattito aperto, Freud avrebbe ridicolizzato l’idea di Jung, sulla possibilità di premonizione dei sogni, bene, ci vollero ben 8 edizioni dell’interpretazione dei sogni per riuscire a dare a Jung il successo meritato, perché finalmente il grande avversario Freud ammise della possibile premonizione nei sogni, e quindi l’interpretazione può essere simbolica oppure effettiva, nella quale stiamo vivendo un fatto non ancora verificatosi.

Per la mente scientifica di Freud è stato davvero molto faticoso dover dare ragione alla mente idealista di Jung, e nonostante i due da quel momento non a essere più parlato tra di loro, Freud ha comunque voluto dare parte di ragione al grande Jung, sul fatto della premonizione, quindi si capita di fare sogni premonitori, anche se nella maggioranza dei casi non ce ne rendiamo conto.