Cosa fa argento colloidale?

argento colloidale

Probabilmente molte persone hanno già sentito parlare da tempo dell’argento colloidale, una sostanza che nient’altro è che un derivato dell’argento, il semi prezioso metallo, e l’uomo già dai tempi antichi ben conosceva la sua grande importanza e utilità. Molte persone non conoscono le grandi proprietà di questa sostanza, e altri ne sono molto incuriositi, quindi andiamo alla scoperta del mondo e della storia dell’argento colloidale. Questo argento ha la grande proprietà di provvedere nel mantenere una buona salute, e con ciò ci riferiamo alle sue innumerevole capacità benefiche sul corpo. Si tratta di una sostanza antibatterica, antibiotica e disinfettante, e veniva utilizzato già nel XIX secolo per sterilizzare le ferite anche dopo operazioni, e rispetto all’epoca, oggi si trova in forma più evoluta.

Nel corso del tempo, la medicina gli attributi poteri antibiotici, e venne utilizzato per prevenire infezioni, e il divulgarsi di parassiti e batteri, ma ancora in quel periodo, aveva un prezzo davvero molto consistente, per produrlo, di conseguenza venne poi abolito a favore degli antibiotici sintetici.

Ci fu un libro scandalo sulle capacità di questo argento medico puro, scritto da un medico che ne promosse le grandissime capacità antivirali, sostenendo che a fronte di svariati esperimenti, non esisteva microbo in grado di resistere all’argento colloidale per più di sei minuti, quindi una sostanza davvero molto potente, dalle indubbie funzioni antibiotiche naturali. L’utilizzo dell’argento colloidale fu ben accolto durante tutto il 900, e non solo per le funzioni descritte sino ad ora, ma anche per operazioni più semplici, come gargarismi o per curare tagli minori, o come disinfettante.

Le ottime proprietà di questa sostanza furono dimenticate per quasi cento anni, fino alla fine del 900, grazie a degli studi condotti per trovare soluzioni più efficaci ai trattamenti per gli ustionati, dove si scoprì che l’argento colloidale aveva anche un valore dermatologico, e si dimostrava in grado di eliminare gli agenti patogeni della pelle. Infine, che segno definitivamente il successo di questa sostanza fu un medico che ne studio le proprietà chimiche, realizzando le complete capacità dell’argento colloidale, che si dimostrò capace di curare afflizioni respiratorie di varia natura e altre patologie. Inoltre, rispetto agli antibiotici sintetici, si tratta non solo di una sostanza naturale, ma completamente atossica e senza sostanze dannose al suo interno.

Le certificazione di argento colloidale

Ora, prima di utilizzare qualsiasi farmaco naturale o chimico che sia, bisogna sempre farsi un’idea di quello che è e a cosa serve, potremmo anche non averne bisogno in fin dei conti. Per quanto riguarda l’argento colloidale, bisogna stare attenti ai falsi, nel senso che deve è necessariamente essere riportata la dicitura che si tratta di Vero Argento Colloidale.

Nel nostro paese è proprio in questo modo che abbiamo deciso di regolamentare la produzione e l’utilizzo di questa sostanza natura, che deve essere ben conosciuta, prima di improvvisare qualche acquisto inutile e anche pericoloso.